Guida all'acquisto della bicicletta

Questa guida è pensata per tutti coloro che vorrebbero acquistare una bicicletta, ma non sanno da dove iniziare e quale criterio sia migliore per la scelta del modello.

In questa pagina troverete tutte le informazioni, i suggerimenti e i consigli per l'acquisto della bicicletta più adatta alle vostre esigenze.
 

Le tipologie di bicicletta


Quando ci si muove verso l'acquisto di una bicicletta, esistono molti fattori da considerare se si vuole evitare di spendere soldi inutilmente comprando il modello sbagliato. Il mercato delle due ruote offre al momento una gamma vastissima di modelli, marche e stili.

Un elemento determinante per la scelta è senza dubbio il tipo di impiego per il quale si utilizzerà la bicicletta.
A seconda del campo di utilizzo, si distinguono i seguenti modelli di biciclette:
 

La bicicletta da passeggio, o city bike


È un modello di bici molto robusto, ampio e comodo, adatto agli spostamenti su brevi distanze. Grazie all'evoluzione dei materiali utilizzati nella fabbricazione, le biciclette da passeggio sono performanti e resistenti e la loro struttura comprende parafanghi e paracatena che permettono di condurle senza rischiare di sporcarsi. Create per una guida semplice, le bici da passeggio sono generalmente monomarcia ed hanno un design accattivante, allo scopo di mantenere il proprio stile!
 

La bici elettrica, o bicicletta a pedalata assistita


È un modello di bici che funziona tramite due meccanismi: l'azione propulsiva umana e l'azione di un motore. Queste biciclette garantiscono al ciclista un'autonomia di circa 10 km in più, tramite l'ausilio del motore e la ripartizione del lavoro tra motore e ciclista. In aggiunta alle componenti delle bici normali, le biciclette elettriche hanno delle caratteristiche elettriche più complesse: un motore, una batteria, un carica batteria, un freno, una centralina, un sensore di pedalata e un indicatore della batteria. Il motore elettrico può essere di due tipi: senza spazzole (brushless) e con le spazzole (brushed). Quello senza spazzole ha un costo maggiore perché non necessita di alcun tipo di manutenzione. Il sensore di pedalata è un componente fondamentale per la pedalata assistita, in quanto svolge la funzione di comunicare alla centralina se si sta effettivamente pedalando. Esistono due tipi di sensori: i sensori che rilevano solo la rotazione dei pedali i sensori che rilevano l'effettiva potenza impressa dal ciclista sui pedali.
 

La mountain bike


È una bicicletta creata appositamente per i percorsi fuoristrada, su strade non asfaltate. La mountain bike è unica nel suo genere e presenta delle caratteristiche più complesse delle normali biciclette. Per permettere una maggiore resistenza, il telaio delle mountain bike è studiato per essere più compatto e maneggevole; la sua geometria è fondamentale per la resa delle capacità della bici e per la sua inclinazione, importante per la sicurezza del ciclista, sia in salita, sia in discesa. Ciò che differenzia le mountain bike dalle altre biciclette sono principalmente le sospensioni che possono essere anteriori o biammortizzate. Per quanto riguarda i pedali, ne esistono di due tipi: pedali a sgancio rapido, generano una pedalata più efficace, in quanto i pedali vengono spinti e tirati verso l'alto pedali flat o piatti, con un'ampia superficie di appoggio, riducono lo scivolamento del piede e conferiscono maggiore stabilità Le mountain bike nascono principalmente per un utilizzo sportivo; a seconda della specialità che si intende praticare, esistono mountain bike specifiche per ogni tipo di disciplina: all mountain: adatte per il cicloescursionismo cross country: create per le competizioni di cross country downhill: sviluppate per la competizione in discesa a tempo e su percorsi veloci free ride: adatte principalmente alla disciplina del bike park.
 

La bicicletta pieghevole


La sua particolarità sta nella possibilità di piegarla facilmente e trasportarla in modo agevole, su altri mezzi di spostamento (macchine, treni, aerei). Tramite i dispositivi a chiusura immediata e le dimensioni ridotte delle ruote, è possibile chiuderla rapidamente e trasportarla come bagaglio, anche in modalità zaino (sulle spalle). La caratteristica che rende vantaggiosa la bici pieghevole è la sua leggerezza: generalmente pesa tra i 10 e i 15 kg, molto meno delle biciclette normali. Le fasi del processo di ripiegamento della bici sono le seguenti: ripiegamento del telaio quasi a metà ripiegamento interno del telaio a forma di parallelogramma ripiegamento della parte posteriore in avanti su sé stesso spostamento dei pezzi a sostegno della sella e del manubrio ripiegamento dei pezzi a sostegno della sella e del manubrio.
 

La bicicletta da corsa


Pensata per l'agonismo in ogni sua minima componente. Per questa ragione, è il modello di bici più coinvolto nel campo del progresso tecnologico e dei materiali per la fabbricazione. Dietro alle forme aerodinamiche e al bilanciamento del peso dei materiali, c'è uno studio attento, finalizzato alla produzione di velocità del mezzo, con il minimo sforzo fisico da parte dell'atleta. Il peso è il fattore principale e non deve essere superiore ai 10kg in condizioni normali, e non inferiore ai 6,8kg nell'agonismo, perché una bici troppo leggera potrebbe non essere strutturalmente resistente. In termini di componenti, le bici da corsa sono la combinazione tra le caratteristiche migliori delle bici da passeggio, leggere e compatte, e delle mountain bike, funzionali e performanti.
 

La bicicletta per bambini, o junior bike


Queste biciclette sono fabbricate per garantire in primo luogo la sicurezza del bambino, durante il suo utilizzo. Le junior bike sono di taglia ridotta e sono dotate di catarifrangenti, per renderle maggiormente visibili agli automobilisti. Alcuni modelli di junior bike hanno un meccanismo pieghevole, per poterle trasportare con facilità.
 

La bicicletta da free style


Questa bici è studiata per la pratica del parcour, sport estremo che comprende salti ed evoluzioni nel cemento. A tale riguardo, le biciclette da free style sono caratterizzate da un'elevata ammortizzazione e maneggevolezza. Questa bici deve essere anche molto leggera e resistente agli urti, al fine di garantire alte prestazioni acrobatiche, riducendo al minimo l'impatto e le sollecitazioni.
 

Modelli di mountain bike


Le principali marche di biciclette


Le aziende leader nella fabbricazione di biciclette sono le seguenti:
 
  • Bianchi: rappresenta la classe e l'eleganza delle due ruote dal 1885. La bicicletta Bianchi è famosa perché garantisce alte prestazioni ed un'elevata qualità. Il signor Edoardo Bianchi ideò alcune tra le più importanti innovazioni del campo del ciclismo, dall'uso della catena di trasmissione, fino all'invenzione dei meccanismi pieghevoli per le biciclette.
  • Bottecchia: questa azienda esiste dal 1926, quando il fabbricante di biciclette Teodoro Carnielli e il ciclista Ottavio Bottecchia, decisero di lanciare sul mercato una bici chiamata neo-campione del Tour de France. Fu così che la piccola azienda Bottecchia-Carnielli divenne un'industria di successo in tutta Italia. Ai loro due fondatori si deve l'invenzione della celeberrima Graziella e della cyclette. Verso la metà degli anni '90, il marchio Bottecchia si separa da Carnielli e comincia a sviluppare una linea di bici da corsa, leggere, aerodinamiche e moderne.
  • Faress: questa azienda è sia un distributore di prodotti sportivi delle migliori marche, sia un'impresa di produzione di attrezzature per lo sport, dalle forniture per i centri sportivi, alle piccole attrezzature per l'esercizio personale. Il marchio Faress è sinonimo di una qualità superiore, di affidabilità e comodità.
  • Forma Sport: esiste dal 1975 e si occupa della produzione di attrezzature per lo sport e per il tempo libero. Forma Sport offre una gamma di articoli destinati a diversi settori: calciobalilla, skateboard, tennis da tavolo, accessori per il nuoto e molti altri ancora.
  • Gist: è un'azienda di produzione di accessori, pezzi di ricambio e abbigliamento sportivo per la bicicletta.
  • Italwin: é l'azienda leader nel campo della produzione delle biciclette elettriche, o a pedalata assistita. Oltre alla fabbricazione e alla vendita delle biciclette elettriche, Italwin gestisce anche tutto il post-vendita, offrendo servizi di manutenzione e assistenza ai clienti.
  • Kettler: L'impresa Kettler nasce nel 1949 in Germania, come azienda produttrice di attrezzature sportive, arredamento da giardino e biciclette. Oggi, dopo anni di successo nel campo, Kettler è diventato il marchio di distribuzione più conosciuto, in ben 80 paesi. Grazie alla filosofia dell'innovazione e delle tecniche all'avanguardia, l'azienda Kettler è stata insignita del “Most Innovative Brand”, il riconoscimento più alto che premia il progresso della tecnologia applicata allo sport.
  • Union: nasce sempre in Germania, nel 1899. Inizialmente realizzava parti di biciclette, fino ad arrivare al 1995, anno in cui la Union si unì al Marwi Group, un'azienda di fabbricazione di biciclette, con la quale realizzò la computerizzazione di precisione. Oggi la Union è conosciuta in tutto il mondo per la sua politica di rinnovamento, sempre al passo con i tempi.
 

Consigli per l'acquisto


Prima di comprare una bicicletta è bene farsi delle domande per chiarire tutti gli aspetti fondamentali per l'acquisto. Le domande che vi guideranno nella scelta dell'articolo giusto per voi potrebbero essere le seguenti:

 
  • Che tipo di utilizzo devo fare della bicicletta?
  • Su quali terreni userò la bicicletta?
  • Quale rivenditore offre i migliori servizi post-vendita?
  • Quanto sono disposto a spendere?
  • Per il tipo di uso che ne farò, è consigliabile comprare un modello usato?
  • Si devono considerare il peso e l'altezza del ciclista?

Chiedetevi prima di tutto che tipo di uso farete della vostra bicicletta e la ragione per la quale volete acquistarne una. Se ad esempio abitate in città e vi servite della bici per svolgere le faccende quotidiane, l'ideale sarà comprare una bici da passeggio, comoda e spaziosa.

È molto importante sapere su che tipo di terreno impiegherete la vostra bicicletta, perché le caratteristiche tecniche legate al tipo suolo sul quale userete la bici variano molto di modello in modello.

Prima di comprare una bici, valutate attentamente il tipo di assistenza tecnica offerto dal rivenditore, sia per quanto riguarda l'assistenza post-vendita, sia per quanto concerne l'ordinaria manutenzione della bici.
Il budget a disposizione è importante ma non invalidante, in quanto è possibile trovare biciclette di buona qualità a prezzi accessibili.
Per quanto riguarda l'usato, purché la bicicletta sia tenuta in buono stato, è consigliabile per coloro che ne devono fare un uso semplice.
Se aveste bisogno di comprare una bicicletta dalle caratteristiche complesse, ad esempio una mountain bike, il consiglio è di acquistarla nuova, sia per un discorso di sicurezza, sia per usufruire dei servizi di assistenza.
Il peso e l'altezza del ciclista sono parametri da tenere in considerazione, magari facendovi aiutare dagli esperti del settore o leggendo il prossimo paragrafo, dove vi aiuteremo a capire quali sono le dimensioni della bici giusta per voi!
 

Come scegliere la taglia della bicicletta


Prima di acquistare la vostra nuova bicicletta, ricordate di prendere le giuste misure per sfruttare al meglio l'esperienza della pedalata.
Abbiamo già detto di scegliere il modello di bici in funzione dell'utilizzo che se ne deve fare. A questo punto non resta che prendere le misure.

Per rendere questo processo semplice, vi basterà seguire dei parametri di misurazione:

 
  • L'altezza del cavallo, ovvero la distanza tra il tallone e il cavallo, ovviamente in centimetri.
  • Altezza. Misura la tua altezza, facendo un segno su una parete alla quale ti appoggi.
  • Misurate la distanza che separa il sottosella dal suolo.
  • Applicate la seguente formula, per trovare la misura corretta per il telaio: taglia del telaio = cavallo x 0,65 Ad esempio, per un cavallo di 80 cm, la taglia giusta del telaio sarà: 80 x 0,65 = 52 cm.

A questo punto dovrete scegliere la taglia della vostra bici, che spesso è espressa in pollici. In questo caso dovrete solo dividere la vostra taglia per 2,5.

Prendendo in esempio il caso precedente, l'equazione sarà: 52⁄2,5 = 20,8 → 21′. Se la taglia fosse in lettere, XS, S, M, L, XL, basterebbe misurare la distanza che separa il manubrio al terreno, per ottenere l'equivalente della taglia.

Per quanto riguarda le taglie per le junior bike, diverse da quelle degli adulti, dovrete prendere in considerazione l'età e l'altezza del bambino, perché le taglie delle bici per bambini sono spesso suddivise per fasce di età.
Ricordate che il bambino deve essere in grado di toccare a terra con i piedi, quando è seduto in sella. Con il passare del tempo, in proporzione alla taglia del bambino, andrà cambiata anche la taglia della bicicletta, per adattare le misure e rendere la sua pedalata il più sicura possibile.

La maggior parte delle biciclette hanno componenti adattabili e regolabili, come il sellino, che è composto da un tubo scorrevole che ne consente la regolazione. Anche l'altezza del manubrio è generalmente regolabile in base all'altezza del ciclista e della postura che preferisce.
Se vi state avvicinando al mondo delle due ruote da poco tempo e vi sentiti inesperti, ricordate che manovrare una bicicletta di taglia maggiore è più semplice rispetto ai modelli più piccoli.

Per aiutarvi nella scelta della taglia della bici giusta per voi, esistono delle tabelle apposite nelle quali sono specificate le fasce delle misure approssimative, calcolate anche in base al range di altezza.

Per qualsiasi tipo di consultazione aggiuntiva, consultate il personale del negozio, sempre pronto a consigliarvi.

[Indietro]