Albo d'oro dei ciclisti italiani

In questa sezione potete consultare la lista dei ciclisti italiani che hanno vinto almeno uno dei Grandi Giri durante la loro carriera: il Giro d'Italia, che si tenne per la prima volta nel 1909, il Tour de France, istituito nel 1903, e la Vuelta a España risalente al 1935.
Di seguito una mini classifica degli 8 ciclisti italiani vincitori delle competizioni più prestigiose del ciclismo su strada:
 
  • Fausto Coppi: un vero e proprio fuoriclasse del ciclismo su strada. Coppi primeggiò nelle competizioni più importanti vincendo cinque volte il Giro d'Italia (1940, 1947, 1949, 1952, 1953) e due volte il Tour de France (1949, 1952) detenendo anche il titolo di primo italiano vincitore di entrambi i Giri nello stesso anno. Coppi fu campione del mondo professionisti nel 1953 e si impose anche nelle gare di ciclismo su pista, divenendo campione del mondo d'inseguimento (1947) e primatista dell'ora (dal 1942 al 1956). La carriera di Fausto Coppi durò in tutto 21 anni, durante i quali il ciclista vinse ben 151 corse su strada, indossò per 31 giorni la maglia rosa del Giro d'Italia e per 19 giorni la maglia gialla del Tour de France;
  • Gino Bartali: rivale storico di Coppi, il professionista Bartali vinse tre Giri d'Italia (1936, 1937, 1946) e due Tour de France (1938, 1948). La rivalità tra Bartali e Coppi divenne nota in tutto l'ambiente del ciclismo professionistico e rappresentò l'emblema della divisione del paese in due schieramenti, non solo dal punto di vista sportivo ma anche da quello politico, considerando anche le divergenti vedute politiche dei due ciclisti;
  • Felice Gimondi: fu un professionista vero e proprio, un campione in grado di vincere in salita, in volata e anche a cronometro. Si tratta di uno dei sei ciclisti ad aver conquistato tutti e tre i Grandi Giri, tre volte il Giro d'Italia (1967, 1969, 1976), una volta il Tour de France (1965) e una volta la Vuelta a España (1968). Tra le sue vittorie figura anche un campionato del mondo su strada (1973);
  • Alfredo Binda: un professionista vincitore di di cinque Giri d'Italia (1925, 1927, 1928, 1929, 1933), record che ha condiviso con Coppi e Merckx. Durante la sua carriera, Binda vinse anche tre campionati del mondo su strada, due Milano-Sanremo, quattro Giri di Lombardia e quattro campionati italiani. Con i vari record presenti nel suo palmarès, Binda è considerato come uno dei ciclisti più grandi della storia;
  • Vincenzo Nibali: si tratta di un vero professionista, vincitore di almeno un'edizione di tutti e tre i Grandi Giri (Vuelta a España nel 2010, Giro d'Italia nel 2013 e Tour de France nel 2014). Nibali vinse anche l'edizione 2015 del Giro di Lombardia.
  • Ottavio Bottecchia: fu un ciclista su strada italiano, il primo ad aver conquistato il Tour de France. Bottecchia detiene un record assoluto rimasto imbattuto dal 1924, quando il campione indossò la maglia gialla del Tour francese dalla prima all'ultima tappa del Giro. Al campione Bottecchia si deve la fondazione di una delle prime ditte di fabbricazione di biciclette, istituita in collaborazione con il commerciante Carnielli nel 1926. Oggi, il marchio Bottecchia è sinonimo di grande prestigio nel mondo del ciclismo;
  • Marco Pantani: fu un professionista italiano di ciclismo su strada. Nella sua carriera, Pantani vinse un Giro d'Italia (1998), un Tour de France (1998) ed una medaglia di bronzo ai mondiali in linea (1995), conquistando in tutto 46 vittorie. Pantani è stato l'ultimo ciclista ad aver conquistato il Giro d'Italia e il Tour de France nello stesso anno;
  • Giovanni Battaglin: fu un professionista del ciclismo italiano su strada , dal 1973 al 1984, periodo durante il quale vinse un Giro d'Italia ed una Vuelta a España.
 
Infine, ricordiamo che solo tre ciclisti italiani sono riusciti ad aggiudicarsi almeno due dei tre Grandi Giri nello stesso anno: Fausto Coppi (Giro d'Italia e Tour de France nel 1949 e nel 1952), Marco Pantani (Giro d'Italia e Tour de France nel 1998) e Giovanni Battaglin (Giro d'Italia e Vuelta a España nel 1981).

[Indietro]